Dichiarazione degli estremi del titolo edilizio e nullità formale dell’atto concernente diritti reali

La nullità comminata dall’art. 46 del d.P.R. n. 380 del 2001 e dagli artt. 17 e 40 della L n. 47 del 1985 va ricondotta nell’ambito del comma 3 dell’art 1418 c.c. e deve qualificarsi come nullità «testuale». All’acquirente è accordata l’azione di ripetizione dell’indebito pagato

nullità

Sommario:
– Cass. Sent. n. 8230 del 2019;

– Ripetizione del prezzo
– Preliminare di vendita.

Cass. Sent. n. 8230 del 2019
La Corte di Cassazione, Sez. Un, con Sentenza n. 8230 del 2019 si è pronunciata sul contrasto esistente nella giurisprudenza di legittimità in relazione alla natura formale o sostanziale della nullità di un contratto di compravendita riguardante un fabbricato difforme rispetto al progetto assentito. Vale a dire sull’interpretazione della sanzione di nullità prevista dagli artt. 17 e 40 della L. n. 47 del 1985 e 46 del TU n. 380 del 2001.

Leggi tutto “Dichiarazione degli estremi del titolo edilizio e nullità formale dell’atto concernente diritti reali”

Immobili promessi in vendita, regolarità titolo edilizio

Il regime delle nullità e la possibilità di sanatoria degli atti giuridici relativi ad edifici privi di regolare titolo abilitativo edilizio producono effetti anche sulla promessa di vendita, contratto che non ha l’efficacia di trasferire la proprietà o costituire o trasferire un diritto reale, ma che impegna le parti a stipulare un successivo contratto definitivo con efficacia reale.

Leggi tutto “Immobili promessi in vendita, regolarità titolo edilizio”